Procreazione Medicalmente Assistita e Fitness

fecondazione assistita

Il trattamento dell’infertilità è costoso in termini di tempo, denaro e stress emotivo, pertanto è fondamentale identificare anche i fattori che possono influenza il successo del trattamento di PMA.

Particolarmente interessanti sono i fattori legati allo stile di vita come l’attività fisica in contrapposizione alla sedentarietà. 

Entrambi i partner contribuiscono al successo o al fallimento riproduttivo, pertanto è importante comprendere i livelli combinati di attività fisica e sedentarietà delle coppie.

Attualmente non esiste, nel percorso di PMA, alcuna evidenza scientifica relativa alla necessità di sospensione di una regolare e fisiologica attività fisica con il relativo aumento della sedentarietà, nonostante questo sia, purtroppo, un approccio diffuso tra le pazienti [1].

Un fitness consapevole, appositamente studiato, non può che essere considerato un valido supporto alla fecondazione assistita in virtù degli effetti positivi di un movimento fisico adeguato (ad esempio si è riscontrato in studi controllati, un aumento degli ovociti ed embrioni ottenuti).

Studi comparativi indicano che l’attività fisica può essere efficace, quanto altre strategie di intervento clinico, comunemente utilizzate, per migliorare i risultati della salute riproduttiva. 

“Mentre il tipo, l’intensità, la frequenza e la durata dell’intervento attività fisica ottimale e il ruolo della stessa rimangono poco chiari…
… questi risultati preliminari suggeriscono che l’attività fisica può essere un’alternativa conveniente e fattibile o una terapia complementare ai trattamenti per la fertilità”. [2]

Uno stile di vita attivo nell’anno precedente al trattamento medico per la fecondazione in vitro, è associato a maggiori probabilità di impianto e di gestazione intrauterina.

Come diversi autori hanno indicato, potrebbe essere necessario un cambio di paradigma per concentrarsi più ampiamente sulla promozione di un’attività fisica regolare prima, durante e dopo la gravidanza per migliorare i risultati. [3]

Inoltre, gli effetti positivi documentati del fitness nel contenimento dello stress psicologico, nella mitigazione dell’infiammazione sistemica e locale, sono validi motivi per preparare al meglio il nido nel proprio grembo e tutelare l’embrione nell’annidamento e nello sviluppo.

 

Fonti

Fuori dall’ordinario

La scoperta delle enormi potenzialità del movimento consapevole, nasce dall’esperienza sul campo del settore sanitario, della riabilitazione e del fitness.
Nessuno ne aveva mai parlato prima, nessuno lo aveva mai sperimentato.
Anni di straordinari risultati che, ora, trovano riscontro negli studi più accreditati.
Questa l’eccezionalità de La Fitness.

Naturale

La Fitness è l’armonia della fisiologa del corpo favorendone i ritmi, lo plasma adattandolo, così come accade, al grembo quando si appresta ad accogliere.

L’approccio al movimento nasce dalle discipline riabilitative e bio-naturali.

Il programma è assolutamente compatibile con eventuali percorsi di Procreazione Medicalmente Assistita, è infatti, come afferma l’evidenza scientifica, un valido ausilio sinergico.

Il metodo non prevede nessun intervento diagnostico e/o terapeutico, rimandando tale  necessità al proprio ginecologo di fiducia.

Scientifico

L’efficacia dell’impianto metodologico è supportata da numerose evidenze scientifiche.

È ormai ampiamente dimostrata una relazione tra attività fisica e fertilità. Esistono studi che evidenziano gli effetti dell’esercizio fisico sull’apparato riproduttivo.

La nostra ricerca ci ha consentito di individuare la tipologia di attività motoria maggiormente indicata per favorire al meglio le funzionalità riproduttive.

Vuoi saperne di più?

Contatta il nostro Direttore, il Dr Domenico Oliva Ostetrico ed esperto di Fitness

2 + 5 =